Seguici su

Attualità

Alagna alle urne in maggio? Chissà.

Pubblicato

il

Dal sindaco di Alagna Valsesia Roberto Veggi riceviamo e pubblichiamo – In conseguenza delle numerose voci circolanti sulla necessità che il Comune di Alagna Valsesia debba andare a elezione a seguito del completamento del processo di fusione per incorporazione con Riva Valdobbia, si comunica quanto segue.
Il nostro Comune ha incorporato quello di Riva Valdobbia a partire dal 1° gennaio 2019. La fusione per incorporazione ha avuto esito favorevole grazie alla L.R. 25/2018 che decreta l’accorpamento di Riva Valdobbia in Alagna Valsesia, chiudendo definitivamente l’iter di fusione. Tale incorporazione è definitiva. Il Comune di Alagna, avendo operato nell’ambito delle incorporazioni di Comuni, mantiene operativo il proprio organo politico amministrativo, subentrando in ogni ambito al Comune incorporato. La “scelta” dell’incorporazione anziché della fusione è stata vincente: ci ha permesso di continuare a operare con costanza e continuità dal giorno del referendum a oggi, garantendoci di concludere progetti fondamentali per Alagna oltre che a mettere le basi per altri importanti investimenti (centro medico, rifacimento del palazzetto, messa in sicurezza della strada di Kreas, ammodernamento dell’Unione Alagnese, interventi su illuminazione pubblica e strade). Le dimissioni della Giunta comunale di Riva, invece, non ci hanno permesso di operare insieme per lo sviluppo del territorio rivese, gestito nel regime dell’ordinaria amministrazione dal commissario dott. Attilio Ubaldi, che ringrazio per la professionalità e la disponibilità dimostrata.

Pochi giorni fa, l’Ufficio Territoriale per il Governo di Vercelli ci ha comunicato che il dpr 570 del 1960 prevede che nel caso di modifiche territoriali comportanti un aumento di popolazione superiore al 25% del totale si renderebbe necessario ricorrere alle elezioni per la nomina dei nuovi rappresentanti del Consiglio comunale. Tale norma, non considerata nel Decreto Delrio del 2014, non è stata tenuta in considerazione dalla Regione Piemonte, Ente delegato e responsabile delle attività concernenti la autonomie locali tra cui fusioni e incorporazioni di Comuni, che nella sua Legge Regionale ha indicato l’organo politico amministrativo di Alagna quale subentrante a quello di Riva senza prevedere il ritorno alle elezioni nel primo turno utile ma addirittura indicandoci quale «forma di salvaguardia» della rappresentanza della popolazione rivese la modifica dello statuto comunale. Da quanto detto finora si evince che: la Delrio del 2014 non prevede elezioni anticipate, la Legge Regionale 25/2018 non solo non prevede elezioni anticipate ma, quale forma di tutela della rappresentanza del Comune incorporato, una apposita modifica statutaria del Comune incorporante, mentre il DPR del 1960 prevederebbe il ritorno alle urne nel mese di maggio. In queste condizioni di incertezza, la Prefettura di Vercelli ci sta dando assistenza per tramite del ministero dell’Interno, per chiarezza come procedere. Nel caso in cui dovessero prevalere i disposti della Delrio e della L.R.25/2018, la nostra Amministrazione rimarrebbe in carica fino alla primavera 2021. Dovesse prevalere la norma del 1960, la nostra Amministrazione rimarrebbe in carica fino al 26 maggio 2019, per poi andare a elezione in tale data. Entrambi i casi dunque garantiscono la legittimità dell’attuale Amministrazione a governare su tutto il territorio di Alagna e Riva riunite. Al di là dell’incerto esito di questo «guazzabuglio normativo», l’Amministrazione di Alagna valuta positivamente l’eventuale anticipazione delle votazioni comunali a maggio 2019 e ritiene che potrebbero rappresentare il compimento di quella volontà, ampiamente manifestata sia dagli alagnesi che dai rivesi, di «lavorare e crescere insieme». Amministrare insieme, fianco a fianco alagnesi e rivesi, deve essere motivo di orgoglio per tutti noi che abbiamo creduto in questo progetto, ancor di più oggi che siamo un unico paese e una comunità unita. Non appena ci saranno date notizie certe dagli Enti preposti, ne daremo comunicazione alla popolazione.

In conclusione ci preme comunicare che, per supportare cittadini e imprese in questo passaggio dal Comune di Riva a quello di Alagna, stiamo predisponendo un “vademecum” operativo per accompagnarli nelle attività amministrative derivanti dalla fusione, che sarà trasmesso al più presto.

Vi chiediamo fin da ora di avere pazienza nel momento in cui, in questi mesi di riorganizzazione, i servizi forniti dagli uffici comunali non risultassero perfetti o nel caso in cui dovessero sorgere problemi di qualsiasi tipo. Tutto il personale è a disposizione per cercare di risolvere ogni problematica imprevista che dovesse insorgere in questo periodo.

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)