Seguici su

Attualità

Alagna: due anni e mezzo di amministrazione, cose fatte e cose da fare

Pubblicato

il

Qualche giorno prima di Natale, l’Amministrazione di Alagna Valsesia (dal 1° gennaio 2019 la «sintesi» di Alagna e Riva) con il primo cittadino Roberto Veggi ha incontrato i cittadini per un incontro informativo/programmatico a due anni e mezzo dall’insediamento.

«Ritengo da sempre fondamentale» dice il sindaco alagnese «instaurare un buon rapporto tra amministratori e cittadini. Di tipo biunivoco, naturalmente, con le due parti che si avvicinano, si parlano, discutono e collaborano. Proprio per questo ho ritenuto giusto, a metà del mio mandato, organizzare un momento di confronto, per presentare quel che abbiamo fatto e i progetti in programma ma anche per accogliere idee e suggerimenti, esaminare insieme eventuali problematiche da risolvere. E sono molto soddisfatto perché l’invito è stato raccolto e la partecipazione è stata numerosa e attenta».

Il 2018 è stato un buon anno, per Alagna: «Sì, anche tenendo presenti i contributi ottenuti, del tutto significativi. Come i 470mila euro dal ministero per interventi di messa in sicurezza dell’area di Kreas con rifacimento della viabilità di collegamento tra Merletti e Acqua Bianca; dalla Regione, 192mila per il rifacimento del tetto del palazzetto, altri 70mila per l’illuminazione pubblica e ancora 30mila per la pulizia degli alvei fluviali; inoltre, da Unione Montana e Cordar sono arrivati 450mila euro per l’acquedotto Gender/Alagna e realizzazione turbina. A questa cifra si sommano i 700mila euro introitati dalla vendita di Casa Ibilda».

Dando un’occhiata alle opera, spicca la riqualificazione dello stabile dell’Unione Alagnese e, sul Palazzetto, il primo lotto, già appaltato, di interventi, cui seguiranno, quest’estate, il secondo e il terzo. Sempre nei mesi estivi è in programma il recupero della Casetta del Turismo, con il riallestimento degli spazi pubblici di accoglienza e la riorganizzazione del servizio. In previsione, inoltre. la valorizzazione del patrimonio pubblico comunale: «Provvederemo a trasferire gli uffici del Comune nell’attuale sede delle scuole elementari. Abbiamo pianificato, per istituire la sede legale del Comune di Alagna Valsesia a Riva Valdobbia, interventi di adeguamento dell’immobile rivese. Le scuole elementari e primaria traslocheranno, e avranno così una sede unica, nell’edificio che adesso accoglie il municipio».

«Abbiamo lavorato molto» aggiunge Veggi, «e tra le conseguenze della recentissima fusione ci sarà quella di un impegno ancora più importante, dovuto appunto a questo “passaggio di consegne”. L’obiettivo è infatti quello di ottimizzare i servizi, di renderli il più funzionali possibili, per cui, per esempio, le pratiche ordinarie, le mansioni quotidiane che una municipalità deve assolvere saranno previste sia nella sede istituzionale di Riva che ad Alagna; quelle invece meno frequenti verranno svolte negli uffici alagnesi. C’è ancora, naturalmente, da fare; abbiamo in programma tanti interventi e progetti. Che porteremo avanti insieme, tutti noi amministratori grazie anche alla preziosa collaborazione dei dipendenti comunali, il cui contributo è davvero molto importante».

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)