Seguici su

Attualità

Biennale Internazionale di Arte Contemporanea a Varallo, tavola rotonda con alcuni scrittori del territorio

Pubblicato

il

VARALLO – Sabato 28 maggio, nelle scuderie di Palazzo D’Adda, l’Associazione Soffi d’Arte, ideatrice della Biennale Internazionale di Arte Contemporanea, ha organizzato una tavola rotonda con alcuni autori del territorio: “Scrittori alla Biennale”, coordinata da Piera Mazzone, direttore della Biblioteca Civica “Farinone-Centa” di Varallo e da Federica Mingozzi, insegnante e critica d’arte. Ferruccio Baravelli, Sonia Burla, Giovanni Lo Giudice, Enzo Bruno Tornoni, partendo dalle loro opere, hanno illustrato il legame esistente tra la scrittura, l’appartenenza ad un luogo e l’arte internazionale che affollava le sale di Palazzo D’Adda.

Federica Mingozzi, rifacendosi all’etimologia della parola “arte”, che significa creazione, modulata in tante sfaccettature: parola, immagine, forma, ha aperto il dibattito con gli scrittori valsesiani e non, ma che hanno scelto di vivere in questa Valle, le cui opere letterarie sono presenti in Biblioteca, lo spazio culturale della città di Varallo, il luogo per eccellenza della “Parola” scritta o declamata.
Sonia Burla, che professionalmente si prende cura degli umani, si considera il San Francesco della Valsesia, accogliendo animali disabili, le cui storie sono alla base dei racconti pubblicati, che potrebbero anche diventare storie a fumetti. Ferruccio Baravelli, dalle persone anziane che ha frequentato e conosciuto, ha tratto la saggezza e conservato memoria di luoghi, personaggi e tradizioni, trasformate in Varallo misteriosa, che presto avrà un seguito in Varallo curiosa.

Per Giovanni Lo Giudice, medico internista presso l’Ospedale di Borgosesia, la scrittura è quella libertà che gli permette di esprimersi utilizzando stili molto diversi tra di loro e registri narrativi che vanno dalla poesia al grottesco.
Enzo Romeo Tornoni si è definito: “Un uomo che scrive più che uno scrittore”, che negli anni ha maturato esperienze narrative diverse, dal fantasy, al racconto favolistico, alla “scrittura di servizio” avendo pubblicato libri che raccontano la storia di alcune Associazioni varallesi, dalla Dufour ai Camosci, ai Dughi.

La Biennale si è ufficialmente conclusa domenica 29 maggio con la consegna degli attestati agli artisti partecipanti e la presentazione del corposo catalogo delle opere esposte, che resterà a testimonianza di un incontro fecondo tra arti, genti e culture.

 

Piera Mazzone

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)