Seguici su

Attualità

Borgosesia: difensori ambientali per il Parco Magni

Pubblicata

il

Il Comune di Borgosesia sta cercando collaboratori che si impegnino a difendere il Parco Magni.
A lanciare l’SOS è l’assessore con delega all’Ambiente Eleonora Guida, stanca del malcostume che sta dilagando tra i frequentatori del Parco borgosesiano: «Se siete pensionati con tempo libero o cittadini appassionati dell’ambiente e volete darci una mano a proteggere il parco dai maleducati, passate all’ufficio della Polizia Municipale per lasciare il vostro nominativo: vi contatteremo per difendere il polmone verde di Borgosesia!»

«Continuiamo a fare molto per rendere sempre più accogliente il Parco Magni: questa Amministrazione lo ha dotato di spazi per bambini e di un solarium, di sculture artistiche e di uno sguinzagliatoio per i cani, c’è un bellissimo ristoro e vi si può trovare anche un’area pubblica per la raccolta differenziata: insomma, il Comune ha profuso impegno e investito denaro per offrire alla cittadinanza una vera oasi di bellezza e tranquillità».

Per questo Eleonora Guida ha deciso di intervenire: «I gestori del Parco continuano a segnalarci comportamenti inappropriati: c’è chi getta cartacce a terra e chi non pulisce le deiezioni dei propri cani e ci sono diverse persone che utilizzano in modo scorretto l’area per la raccolta differenziata, buttando indistintamente la spazzatura nei bidoni. E poi ci sono mozziconi gettati a terra: tutto ciò deturpa lo spazio in cui famiglie con bambini e cittadini di ogni età possono trascorrere momenti di relax, immersi nel verde e questo è inaccettabile».

Una situazione per la quale l’assessore ha pensato di adottare una soluzione d’urto: «Abbiamo stabilito di creare una squadra di cittadini rispettosi dell’ambiente che possano aiutarci a difendere il nostro parco dagli sporcaccioni e ci rivolgiamo in particolare a chi pensiamo possa avere più tempo libero, come i pensionati, per ripetere l’esperienza positiva dei cosiddetti “nonni vigili”. In questo caso sarebbero i “nonni ambientali” che, come volontari e dopo aver seguito una piccola formazione di base fornita dalla Polizia Municipale, possano vigilare affinché la nostra bella area verde sia rispettata come merita».
Come opereranno i nonni ambientali?
«Indosseranno casacche riconoscitive e il loro compito sarà quello di controllare e di segnalare comportamenti inadeguati» spiega l’assessore «in modo che la loro azione, incrociata con i rilievi delle telecamere disposte agli ingressi del parco, possa consentire alla polizia municipale di riconoscere chi non rispetta l’ambiente e di agire di conseguenza. I “nonni ambientali” potranno anche richiedere l’intervento degli agenti della Municipale in caso di comportamenti particolarmente gravi o irrispettosi. Siamo certi che l’aiuto di queste persone, unito all’attento lavoro che stanno svolgendo i gestori, con i quali l’Amministrazione ha un ottimo rapporto di collaborazione, raggiungeremo presto l’obiettivo di conservare il parco pulito, come è giusto che sia».

© 2021 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli n. 14/2000
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.2 - Borgosesia (VC)