Seguici su

Attualità

Casazza: «Un ruolo impegnativo, fondamentale la grande collaborazione della mia squadra»

Pubblicato

il

GATTINARA – Ad ottobre 2021 è stata eletta primo sindaco donna della città e oggi, a quasi dieci mesi dall’inizio del suo mandato, Maria Vittoria Casazza traccia un primo, personale bilancio delle sue attività di primo cittadino.

«Mi sono dovuta inserire in un ambiente nuovo» ci racconta «ma grazie alla mia squadra amministrativa, so che ho un appoggio, e che qualsiasi dubbio io abbia, ho qualcuno con cui confrontarmi. Abbiamo iniziato subito a seguire il programma elettorale con cui ci siamo presentati: molti dei nostri obiettivi sono già stati realizzati, ma molto resta ancora da fare. Ad assorbire maggiormente le nostre attenzioni sono adesso i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, e stiamo cercando, come avvenuto nella precedente Amministrazione, di partecipare a quanti più bandi possibile, per fare di Gattinara un posto sempre più bello e vivibile. Diciamo che in questo c’è continuità. Certo, non è facile, ma è con la collaborazione di tutti che ogni obiettivo è raggiungibile».

E di aver trovato preziosi supporti, Casazza è certa: «Fin dal primo giorno in cui sono entrata in Municipio, ho sentito subito che il lavoro di squadra non sarebbe stato un problema. Al di là dei componenti dell’Amministrazione in sé, tutto il personale comunale è attento, preparato e collaborativo. Ammetto che all’inizio ero spaventata: quando mi è stato proposto di candidarmi a Sindaco, ci ho pensato molto, perché non è un ruolo facile, devi pensare che le decisioni che prendi non riguardano solo te, ma tutto il tuo paese, tutti i tuoi concittadini. Alla fine ho accettato, con la garanzia che, in caso si fosse vinto, avrei ricevuto tutto l’aiuto possibile dai miei collaboratori».

A proposito di collaborazione, Maria Vittoria ci ha parlato anche del rapporto con i cittadini e con le altre forze politiche gattinaresi: «Credo che in un ruolo come il mio sia fondamentale l’ascolto» afferma «sono molto contenta che il cittadino si rivolga direttamente a me, spesso mi chiedono un appuntamento in ufficio per parlare di problemi che riscontrano a livello di comunità, o semplicemente chiedono un consiglio per risolvere qualche situazione che come Comune possiamo sbloccare, senza dimenticare i progetti presentati da associazioni ed enti. Anche con l’opposizione c’è dialogo, accolgo le loro puntualizzazioni, leggo le interpellanze e i suggerimenti sono sempre ben accetti».

Insomma, il bilancio di questi primi mesi di mandato lascia Casazza contenta: «Sono molto soddisfatta» conferma «essere stata eletta, ed essere il primo sindaco donna, è un orgoglio. Ho un’età in cui tutte le cose positive che ti succedono sono accolte come un regalo, e sono una conferma di quello che hai fatto nella vita. Certo, ho avuto dei problemi, delle difficoltà come tutti, ognuno di noi nella vita cade, ma l’importante è rialzarsi, andare avanti. Cerco sempre di sorridere, pur cercando di vedere le cose obbiettivamente, ma sempre con positività. Devo ringraziare la mia famiglia, la mia squadra di lavoro, i miei concittadini, per avermi aiutata ed aiutarmi ogni giorno a portare avanti il mio ruolo».

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)