Seguici su

Attualità

Di padre in figlio – Il gusto di fare impresa

Pubblicato

il

A Cavanna spa è stato assegnato sabato a Milano il premio «Di padre in figlio – il gusto di fare impresa» (VIII edizione) nella categoria Innovazione. L’evento è stato promosso da Cerif (Centro di ricerca sulle imprese di famiglia, che opera nell’ambito dell’Università Cattolica del S. Cuore) con il contributo di Credit Suisse, LCA Studio Legale, KPMG, Mandarin Capital Partners, Lombard International Assurance e la collaborazione della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi e del Sole24Ore.
La giuria ha osservato uno scrupoloso lavoro di analisi di tutte le candidature ricevute e proclamato Cavanna spa a vincitore con la motivazione: «Per aver sviluppato numerosi brevetti tecnologici su macchinari estremamente all’avanguardia per il confezionamento, in particolare, di prodotti alimentari. Tali macchinari vengono realizzati per soddisfare in modo unico le esigenze dei clienti italiani e stranieri. In particolare, l’innovazione si manifesta in una spasmodica attenzione alla creazione di valore lungo la supply chain del cliente. Tale know how viene condiviso attraverso la creazione di un’Academy aziendale aperta anche all’esterno».
Hanno ritirato il premio Alessandra e Riccardo Cavanna, amministratori delegati di Cavanna spa.
«Il mondo imprenditoriale italiano è costituito per l’82% da aziende a conduzione familiare, di cui il 97% hanno meno di 20 dipendenti, e ogni anno sono oltre sessanta mila gli imprenditori coinvolti nel passaggio generazionale» ha dichiarato il prof. Claudio Devecchi, amministratore unico e direttore scientifico del Centro di ricerca. «Durante l’ottava edizione del Premio di Padre in figlio, il Cerif ha avuto ancora una volta l’onore di premiare le aziende che si sono dimostrate più virtuose proprio nel delicato momento del passaggio generazionale, tanto che molte di esse sono già alla quinta generazione, qualcuna addirittura alla settima. La continuità della successione appare come uno dei problemi più difficili e cruciali dell’azienda familiare, non sottovalutarlo è il primo passo per affrontarlo al meglio».
Cerif, nata nel 2006, è un’associazione senza fini di lucro che riunisce le imprese di famiglia italiane, diventandone un qualificato punto di riferimento per gli imprenditori e gli operatori di questo settore dell’economia italiana.
La sua missione è «Sustaining Family Business Growth Vitality» e consiste pertanto nell’osservare, studiare e analizzare in modo rigoroso le imprese di famiglia fornendo strumenti e soluzioni a supporto delle loro attività. Desidera dare voce all’intera comunità imprenditoriale familiare la quale, pur costituendo l’ʼasse portante dell’imprenditoria italiana, non gode fino a oggi di opportunità di incontro e visibilità e non di rado soffre di essere lasciata sola a sé stessa.

E tu cosa ne pensi?

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)