Seguici su

Attualità

E Moncler ha scelto Alagna!

Pubblicato

on

ALAGNA – Moncler a me, e credo a tanti altri della mia generazione, rievoca i paninari degli Anni Ottanta e quel loro piumino poi diventato l’icona di un’era. Ecco, sapere che Moncler, marchio ultra famoso in tutto il mondo, ha scelto Alagna per la sua nuova produzione, be’, non può che fare piacerissimo.

«In un momento difficile come questo» dice il direttore di Monterosa 2000 Andrea Colla, «noi continuiamo a esserci e a guardare avanti pensando al futuro: la collaborazione con Moncler è importantissima e ci consente di “stare sul pezzo”, di far conoscere il paese, le piste e i ghiacciai, a questo punto, a livello internazionale. Ora siamo fermi, sì, ma quando ci lasceranno davvero e finalmente ripartire, ricominceremo da dove ci avevano stoppati».

Di che cosa si tratti, nel dettaglio, non siamo riusciti a farcelo dire: l’azienda ha confermato che ai piedi del Rosa «c’è stato del movimento» ma non si è spinta oltre.

«E’ una nuova produzione» spiega sommariamente anche Colla, «per la quale Moncler ha selezionato Alagna tra altre quattro/cinque località super blasonate. Determinante è stato il ruolo della nostra guida alpina Michele Cucchi che ha un rapporto speciale con l’agenzia Shoot in the Alps di Paolo Sassi e col marchio stesso: proprio Moncler infatti aveva promosso e sponsorizzato, nel 2014, la spedizione “60 anni dopo” di Cucchi sul K2».

Una produzione che ha portato in paese, sulle piste e sui ghiacciai un centinaio di persone, tra staff, tecnici, modelle, regista (si fa il nome di una professionista molto nota, così come molto nota parrebbe essere la testimonial su cui ha puntato Moncler), scenografi eccetera: «Anche se per poco, abbiamo visto il paese rianimarsi e accogliere con calore e cortesia i graditi ospiti» continua Colla. «Da parte nostra, Monterosa ha garantito il supporto logistico e quindi spostamenti, trasporti, mentre le guide hanno provveduto che tutto si svolgesse in piena sicurezza: trasferire in alta quota, al mese di marzo quando il meteo può girare al brutto in uno zic, attrezzature e strumentazioni di quel tipo non è esattamente facile né comodo».

Aspettiamo, ora, di vedere il risultato delle «operazioni» sulle nevi del Rosa: «Nel momento in cui tu andrai in stampa» mi spiega Colla, «le riprese saranno terminate. Ti posso dire che è stata una sfida interessante e stimolante, che appunto ci ha offerto l’opportunità di proiettarci al dopo pandemia quando ripartiremo con la solita grinta e lo sprint di sempre. Una sfida, aggiungo, che certamente abbiamo vinto».

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

© 2021 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli n. 20/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)