Seguici su

Cultura

“I grandi pittori interpretano Gattinara”: personale cyberpainting di Riccardo Crosa

Pubblicato

il

Elaborando la ventennale esperienza di comunicazione e promozione del territorio, Montecristo, azienda biellese, ha ideato e realizzato luoghitaliani.it, che mostra le località italiane attraverso gli occhi degli artisti del passato. L’artista Riccardo Crosa spiega: “Il progetto è legato ad inediti eventi di sviluppo locale e marketing territoriale realizzati nelle città italiane, in collaborazione con aziende locali di eccellenza, con il patrocinio di enti pubblici e di promozione culturale, coniugando privato e pubblico”.

A Gattinara il progetto ha avuto il patrocinio del Comune e la collaborazione della Pro Loco e la mostra: “I grandi pittori interpretano Gattinara” è stata allestita nello Spazio G’Art di Villa Paolotti. Il Sindaco Daniele Baglione ha presentato Elisa Piga, laureata in “Economia per l’arte”, responsabile del progetto “G’Art” e ha passato la parola ad Andrea Bono, Presidente della Pro Loco, che ha spiegato come da centinaia di immagini ne siano state selezionate venti, considerate particolarmente significative per rappresentare Gattinara e i suoi abitanti. Queste immagini fotografiche di Gianluca Colombo, Michela Menegatti, Andrea Negro, Andrea Solidoro, Umberto Stupenengo e dello stesso Riccardo Crosa, sono state “trasformate” attraverso algoritmi inseriti nel computer, che hanno permesso di vedere realizzate opere “al modo di” con tecniche e colori utilizzati da grandi Maestri: Francisco Goya, Caspar David Friedrich, Thomas Cole, Edward Hopper, Claude Monet, Pablo Picasso, Giorgio De Chirico, Renato Guttuso. Ben dodici opere erano ispirate al Maestro Arturo Gibellino, il cantore di Gattinara, cui presto sarà intitolata una nuova piazza. All’inaugurazione era presente anche l’erede di Arturo Gibellino: Claudia, Lalli per gli amici, che ha creato e mantiene aggiornato un sito con tutte le opere del Maestro che è stato possibile rintracciare.

L’artista biellese Riccardo Crosa, ha spiegato che non si tratta di “falsi d’artista” né di copie, ma di opere completamente nuove ed originali: “La maestria dei grandi pittori rivive grazie all’intelligenza artificiale che apprende dai loro capolavori. Nascono così nuove opere e i luoghi principali della città sono stati raffigurati in opere d’arte realizzate secondo i canoni del Cyberpainting, l’uomo e l’intelligenza artificiale mostrano i “soliti luoghi” con occhi nuovi. Il Cyberpainting restituisce i luoghi simbolici del territorio attraverso il tocco suggestivo dei grandi artisti. Luoghitaliani crea un nuovo progetto laddove ci sia una comunità che desideri salvaguardare e condividere la storia del proprio luogo che altro non è che la propria storia.  Ogni mostra ha quindi un carattere strettamente legato al territorio che promuove ed esprime, l’obiettivo della mostra è proprio quello di portare un nuovo modo di vedere e mostrare i propri luoghi e la propria cultura”.

L’inaugurazione si è conclusa con un rinfresco offerto nell’Enoteca: la mostra resterà aperta fino al 3 marzo, nei giorni feriali dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, successivamente i lavori rimarranno esposti presso il Municipio e l’Enoteca Regionale di Gattinara.

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)