Seguici su

Attualità

L’associazione chiude l’anno con un utile di quasi 38.000 euro che servirà per finanziare un progetto in Kenya

Pubblicato

il

Organizzata dall’associazione Mani Tese di Pratrivero, torna anche quest’anno la mostra-mercato di prodotti di artigianato etnico e del commercio equo e solidale,
L’iniziativa sarà ospitata nel salone cinericreatorio della frazione triverese (vicino all’ex ufficio postale): sabato 1 e 15 dicembre dalle 14 alle 19; domenica 2, sabato 8, domenica 9 e 16 dicembre dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 19. Insieme al calendario del mercatino natalizio, il sodalizio come sempre ci ha trasmesso anche la lettera di auguri inviata ad amici e sostenitori con il resoconto delle attività portate avanti in questi mesi.
«Complessivamente» riporta la missiva «grazie alla vostra sensibilità e collaborazione, da novembre 2107 a ottobre 2018 sono stati raccolti 82.034 kg di ferro e metalli e 16.280 kg di vestiario. L’utile, comprese le offerte, è stato di 37.745 euro, a favore del progetto n. 2336 nella contea del Baringo in Kenya che ha come finalità la riduzione della fame rafforzando le capacità dei produttori locali su scala familiare e migliorando la sicurezza alimentare e nutrizionale oltre a miglioramenti nell’allevamento a basso impatto ambientale. Ne beneficiano 2.000 agricoltori, 1300 allevatori, 110 pescatori, 300 apicoltori e le loro famiglie».

Poi si sofferma sulle attività svolte in questo ultimo anno, partendo dall’atto di costituzione, siglato il 25 novembre 2017, della Federazione Mani Tese Ets, una nuova realtà costituita dalle organizzazioni nazionali, locali e territoriali che si richiamano all’esperienza e alla storia dell’Associazione Mani Tese, da oltre 50 impegnata per combattere le ingiustizie nel mondo. «Una scelta, quella di creare una federazione, imposta da uno scenario globale della povertà ormai mutato, che allo schema tradizionale che suddivideva il mondo in Nord e Sud sostituisce oggi una globalizzazione dell’ingiustizia, in cui vaste aree di povertà coesistono accanto a isole di ricchezza, in ogni parte del pianeta. Mani Tese Pratrivero condividendo questa analisi ha scelto di essere tra i soci fondatori».

Nella lettera viene quindi evidenziato come le votazioni per il rinnovo delle cariche sociali abbiamo confermato Maria Facciotto alla guida dell’associazione per i prossimi tre anni. Il sodalizio ricorda poi che il 27 maggio si è concluso con la grande festa finale l’anno dedicato alle attività di volontariato promosse nell’ambito del progetto «Alla ricerca della pozione magica» vincitore del bando delle idee promosso dal CTV Biella, che lo ha visto capofila. Mani Tese Pratrivero ringrazia a tal proposito «le associazioni che vi hanno aderito e che con il loro impegno hanno dato vita a una serie innumerevole e variegata di attività coinvolgendo in modo particolare le scuole». Viene poi posta l’attenzione sulla settimana di stage, organizzata nel mese giugno, che ha visto coinvolto 24 ragazzi impegnati nello studio e nel lavoro di smistamento materiali riciclabili presso la sede della cooperativa. E ancora sulla due giorni di «Giro giro tondo… si rialza il mondo» proposta a fine settembre e dedicata all’economia della sostenibilità. Infine nella missiva viene messa in risalto l’attività continua di raccolta e smistamento di materiale riciclabile (ferro e metalli) ricordando che il deposito, sito a Pratrivero, in via per Cereie 303L, è aperto è aperto il martedì dalle 14 alle 18,30 e il giovedì dalle 9 alle 12. «Portare il materiale a Mani Tese» spiegano dal sodalizio « significa distogliere dai ciclo dei rifiuti materie prime che attraverso il nostro lavoro minuzioso di cernita e suddivisione vengono valorizzati, il ricavato va a sostegno di un contratto per un dipendente a tempo indeterminato e dei progetti di sviluppo di Mani Tese». Per maggiori info, Roberto 015 779231, Gilberto 349 0956994, Norma 339 1124392 o Maurizio 015 741129.
In ultimo l’associazione rende noto che fino a dopodomani, domenica 2 dicembre, è possibile visitare nelle sale dell’oratorio della Parrocchia di Ponzone la mostra «In fuga dalla Siria» . Grazie a questo allestimento sarà possibile avere uno sguardo nuovo e diverso, attraverso una modalità interattiva, sulle condizioni delle persone che scelgono di mettersi in viaggio verso un ipotetico futuro migliore. La mostra sarà aperta oggi, venerdì 30 novembre, e domani, sabato 1 dicembre, dalle 15 alle 18; domenica 2 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. E alle 18 l’aperitivo seguito da concerto del gruppo «Metissage».

E tu cosa ne pensi?

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)