Seguici su

Cronaca

Revenge 2020, la Polizia sgomina una rete di spaccio

Pubblicato

il

La Polizia di Vercelli, coordinata dalla locale Procura delle Repubblica, con l’ausilio di 100 agenti delle Questure di Torino, Asti, Alessandria, Cuneo, Biella, Novara, Pavia, Verbania, Rimini e dei Reparti Prevenzione Crimine Piemonte, Lombardia e Toscana nonché di unità cinofile della Questura di Torino, ha sottoposto a misure cautelari 12 persone gravemente indiziate di aver organizzato in città una fiorente e redditizia attività di spaccio di stupefacenti (2-3 etti di cocaina a settimana, un giro di affari di circa 250.000 euro nei 6 mesi di indagine).

Le indagini della Mobile vercellese hanno identificare in un pregiudicato, residente da anni in città, il fulcro dell’attività di spaccio e rifornimento di sostanze stupefacenti dell’intero capoluogo. L’uomo era a capo di un sodalizio composto da numerosi altri soggetti, con base in un bar cittadino da lui gestito.

E’ stato possibile ricostruire l’intera filiera della commercializzazione di droga: un pregiudicato calabrese residente a Palestro riceveva l’ordine circa due giorni prima dal gestore del bar per il tramite del suo socio in affari, un soggetto di origine siciliana, pregiudicato anche per il reato di associazione mafiosa e tentato omicidio, residente da anni nel Novarese. 3 persone sono state colte in flagrante e sono stati sequestrati 300 grammi di cocaina.

L’operazione vede 25 indagati, la Polizia sta procedendo a numerose perquisizioni locali e domiciliari, una anche in un campo nomadi alle porte di Vercelli. Per il bar epicentro dello spaccio è stata disposta la chiusura per 30 giorni.

 

Immagine di repertorio

© 2021 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)