Seguici su

Attualità

Serravalle: a conclusione di un progetto gli alunni delle Scuole hanno incontrato lo scrittore Sibaldi

Pubblicata

il

Da mesi le scuole serravallesi stanno lavorando a un progetto che si propone di mettere in luce gli aspetti positivi dell’integrazione. Gli spunti per riflettere su un tema di così stretta attualità sono stati offerti dal libro «Giuseppe e lo sputafuoco», scritto da Davide Sibaldi. Ricca di illustrazioni, l’opera è poi diventata, per la regia dello stesso Sibaldi, anche un film-documentario (intitolato «Il primo meraviglioso spettacolo»), che è stato contemporaneamente patrocinato da Amnesty International e sostenuto ufficialmente dall’Unicef.
Proprio per gli argomenti affrontati – il tema dell’inclusione, l’arricchimento che può offrire la presenza in classe di compagni di etnia e provenienza differenti – il progetto, molto seguito tra le scuole, ha già portato lo scrittore-regista a incontrare studenti di un po’ di tutta Italia. E domenica scorsa Sibaldi è arrivato a Serravalle.

Ad attenderlo al teatro comunale c’erano i bambini coinvolti in questo percorso formativo insieme ai loro insegnanti: l’Infanzia di Bornate e di Serravalle, gli alunni della Primaria (una classe prima, una quarta e una quinta) e le prime due classi delle Medie. E poi anche diversi genitori.
Gli onori di casa li ha fatti l’assessore Silvia Pezzana (sul palco insieme al consigliere Sara Greco): ha raccontato che il progetto è arrivato in Comune e proprio per le tematiche affrontate, ritenute particolarmente significative, l’Amministrazione ha deciso di proporlo alle Scuole che hanno subito aderito con convinzione. Pezzana ha quindi ringraziato di cuore le insegnanti per il grande lavoro svolto e, naturalmente, i bambini per l’impegno profuso. Poi la parola è passata a Valentina Preite, la docente referente del progetto, che ha spiegato come, partendo dalla lettura del libro di Sibaldi, ogni classe abbia poi sviluppato il percorso in modi differenti, dando vita a diversi lavori, con supporti e tecniche disparate: cartelloni, presentazioni in power point, racconti. Questi elaborati sono poi stati presentati a teatro, nel corso dell’incontro con il regista e scrittore. L’appuntamento è proseguito con la proiezione di una versione di circa cinquanta minuti del film «Il Primo meraviglioso spettacolo».

L’indomani Sibaldi si è invece recato nelle varie classi per ascoltare dalla voce degli alunni le loro considerazioni sul progetto e sapere come hanno lavorato per raggiungere il risultato finale. Gli studenti gli hanno rivolto, con entusiasmo e partecipazione, tante domande per conoscere non solo la nascita di questa sua opera e dei suoi personaggi con aneddoti legati al mondo del cinema e della regia, ma anche per approfondire uno dei temi più «caldi» dell’attualità.

© 2021 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli n. 14/2000
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.2 - Borgosesia (VC)