Seguici su

Cronaca

Settimane in attesa del sollevatore, ma non è mai arrivato

Pubblicato

il

A fine ottobre era stato dimesso dall’ospedale di Borgomanero con la prescrizione del medico di dotarsi, appunto una volta a casa, di un sollevatore, un letto e una materasso antidecubito. Sua moglie aveva fatto subito richiesta dell’apparecchiatura all’Asl di Vercelli. Una coppia di pensionati di Romagnano. Lui è poi purtroppo mancato il 19 novembre. Nel frattempo la moglie, visto che l’apparecchiatura richiesta tardava ad arrivare, si era dovuta rivolgere a un esercizio commerciale presso il quale aveva affittato, naturalmente a sue spese, tutto quel che serviva.

«Ora mio marito non c’è più» ci ha detto la signora al telefono «e io, che ho dovuto sostenere una spesa non indifferente per dei pensionati, sono andata all’Asl a vedere se potevano almeno rimborsarmi quel che ho pagato. No, non si può. Allora ho chiesto come mai non avevo mai ricevuto sollevatore, letto e materasso. Non erano disponibili, mi hanno risposto, mio marito avrebbe dovuto aspettare che a qualcuno non servissero più per poterli usare lui… Sono molto arrabbiata, e delusa da un servizio che non funziona e che ci lascia soli».

Trending

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)