Seguici su

Attualità

Stefano Sottile a Uno Mattina per parlare di tecnologie green in ambito sportivo

Pubblicato

il

BORGOSESIA – Lunedì 7 novembre, l’atleta borgosesiano Stefano Sottile, campione di salto in alto, è intervenuto ai microfoni di Uno Mattina, storico programma del palinsesto Rai, per parlare delle ultime innovazioni tecnologiche di tipo green che vengono impiegate nella realizzazione degli impianti sportivi. Nel servizio è stato illustrato come da un rifiuto complesso, come possono essere gli pneumatici delle auto e dei camion, possa essere utilizzato per dare vita a qualcosa di inimmaginabile.

Ogni anno nel nostro paese arrivano a fine vita circa 35 milioni di pneumatici e, nell’ottica di un’economia di tipo circolare, possono essere una risorsa che, se lavorata in centri specializzati, può essere impiegata nella creazione di diverse opere. Separandone le varie componenti ed estraendone la gomma, per esempio, si può ricavare il materiale bitumoso con particolari caratteristiche, come l’impermeabilità, l’isolamento acustico e l’elasticità, che è fondamentale per la realizzazione di strade, ma anche di prati sintetici, parchi giochi per bambini e di impianti sportivi.

Uno dei modi di ridare vita alla gomma, come ha spiegato anche il nostro Stefano Sottile davanti alle telecamere di Rai Uno, è quello di utilizzarla nella realizzazione delle piste d’atletica dove, grazie alla sua particolare sensibilità e alla capacità di assorbire gli urti e di dare sostegno, può diventare una preziosa alleata per atleti e sportivi. «Si percepisce subito quando si sta correndo su una pista nuova realizzata con polverino di gomma, come questa che abbiamo a Borgosesia.

L’impatto con il suolo è meno secco, i movimenti sono più fluidi e, di conseguenza, si rischierà di avere meno infortuni durante gli allenamenti, ma soprattutto una migliore performance atletica». Così Stefano ha spiegato in diretta dalla pista di San Secondo. Accanto a lui c’era anche Mauro Testa, il professionista che si è occupato dello studio delle pavimentazioni degli impianti di atletica alle olimpiadi di Pechino, Londra e Tokyo: «Il vantaggio che ci danno le piste realizzate con la gomma riciclata è di riuscire ad ammortizzare quella che è la forza reattiva al suolo, quell’energia che si scarica ogni qual volta si poggia un piede per terra». Questo è una caratteristica utile per la vita di tutti i giorni, ma come continua il professore: «Soprattutto per gli atleti che riescono così a recuperare parte di quella potenza che scaricano a ogni passo durante una corsa».

Trending

© 2023 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)