Seguici su

Attualità

Via Crucis 2021 a Quarona: un Piano B già riconvertito in A

Pubblicata

il

QUARONA – L’anno scorso, a poche settimane dall’esplosione della pandemia e del fuggi fuggi generale dalla socialità, dalla condivisione e dalla quotidianità, gli «Amici del Venerdì Santo» optavano, giustamente, per una rappresentazione essenzialmente virtuale: la Via Crucis numero 36 si era svolta comunque (e l’emozione l’avevamo provata, certo, nonostante tutto), «da remoto», grazie a un filmato trasmesso sui social.
Quest’anno, ci risiamo.

Gli Amici, che da settembre si riuniscono, ancora una volta, «a distanza», sulla scorta dell’esperienza del 2020 hanno fin da subito predisposto un Piano B: diventasse necessario e inevitabile, di nuovo, fare una Via Crucis virtuale, ci prepariamo in anticipo.

I timori di qualche mese fa han preso forma e si sono concretizzati: «Per pronunciarci ufficialmente su come rappresenteremo la Passione in questo 2021» dice Andrea Zanella, da tanti anni interprete di Gesù, «attendiamo di riunirci in assemblea, e lo faremo a breve, nei prossimi giorni, tenuto anche conto del Dpcm già definito ma in vigore dal 6 di marzo. E’ comunque fin d’ora chiaro che non ci possiamo fare illusioni».

Un Piano B, quindi, destinato quasi certamente a tradursi in Piano A: «D’altronde, anche a prescindere dalle prescrizioni governative, pur se si dovesse registrare un improvviso e inatteso miglioramento dello stato attuale e quindi un calo nei contagi, che peraltro tutti ci auguriamo, pur desiderando tutti fortemente tornare il prima possibile alla normalità, chi avrebbe il coraggio di allestire la Via Crucis come la conosciamo?».

E che, nell’ultima sua edizione «regolare», aveva fatto registrare circa 4mila spettatori, dunque mica una cosa così gestibile in tempi come questi…
«E non penso tanto alla piazza» aggiunge Zanella, «che per motivi di sicurezza e di ordine pubblico è sempre stata transennata e con vie preferenziali, ma a San Giovanni: lassù proprio non ci sarebbe modo di evitare assembramenti, e d’altronde neanche puoi chiedere alla gente di non salire».

«E’ anche vero che da una parte noi siamo fortunati: non avendo un impianto scenico che ci obbliga a partire con le scenografie mesi e mesi prima, nel giro di qualche settimana riusciamo a farci trovar pronti. Ma» riconosce Zanella «al punto in cui ci troviamo con l’emergenza sanitaria è certamente più saggio e responsabile ragionare avendo ben presente tutto: restrizioni, limitazioni, ridimensionamenti generali, di progetti, idee, eventi e iniziative».

Gli Amici del Venerdì Santo si sono nel frattempo pure confrontati con Europassione per l’Italia, circuito di cui da qualche anno fanno parte: «Anche parlando con la CEI, si era valutata l’opportunità di posticipare la Passione da aprile a settembre, mese che porta in calendario la ricorrenza dell’Esaltazione della Croce. Noi qui a Quarona, però, siamo profondamente legati alle tradizioni: non ci sentiamo di spostare la Sacra Rappresentazione dal periodo pasquale a un altro, non avrebbe lo stesso significato, e nemmeno la stessa partecipazione emotiva».
Dunque, avanti col Piano B.

«Da settembre, appunto, ci “incontriamo” su Zoom» spiega Zanella. «Continua anche la collaborazione con la nostra regista Anna Rosa Fila Robattino: le invio le parti, scritte già in previsione della Via Crucis 2020, per la quale avevamo in programma di inserire nuovi dialoghi, lei le visiona e me le restituisce riviste. L’idea, e nel corso della prossima assemblea associativa vedremo di svilupparla tutti insieme, potrebbe essere quella di trasmettere in diretta, la sera di venerdì 2 aprile sui canali social della nostra associazione, un collage di quelli che sono stati quasi 40 anni di Passione a Quarona. Non un semplice filmato come quello dell’anno scorso ma una cronistoria vera e propria, per realizzare la quale serve un grande lavoro. A partire dall’integrazione con brani recitati, per forza ridotti rispetto agli originali, poi le registrazioni, da “cucire” insieme e collegare, e infatti ci stiamo occupando della stesura di un copione ad hoc per quest’anno. Quindi il montaggio e la predisposizione delle sequenze».

Be’, sarà pure un Piano B ma bell’impegnativo comunque. In attesa che ci comunichino la decisione ultima e definitiva, ringraziamo gli Amici del Venerdì Santo che, nonostante tutto, anche per questa Pasqua, ci saranno.

Immagine di repertorio

© 2021 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli n. 14/2000
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.2 - Borgosesia (VC)