Seguici su

Attualità

«Volare sugli anni», il progetto Dedalo di Asl Vercelli, arriva in Valsesia

Pubblicata

il

BORGOSESIA – Anche la Valsesia entra a far parte del progetto Dedalo «Volare sugli anni»  dell’Asl di Vercelli grazie alla collaborazione del Comune di Borgosesia e della Fondazione Valsesia Onlus.

Il Progetto Dedalo, nato nel 2018 grazie alla sinergia dell’Asl vercellese con il Comune di Vercelli e l’Università del Piemonte Orientale, riunisce le associazioni che offrono alla popolazione attività con cui la persona può dedicarsi al  mantenimento della sua  salute  attraverso uno  stile di vita sano e attivo. Secondo le stime mondiali, negli ultimi anni sono in aumento le malattie croniche fortemente influenzate da comportamenti a rischio (cattiva alimentazione, sedentarietà, fumo e situazioni generali di malessere e di isolamento sociale), ma è stato dimostrato che ogni miglioramento dello stile di vita, anche piccolo, anche in tarda età, migliora la salute e riduce il rischio di ammalarsi. Questo vale anche in caso di patologia già in atto: l’adozione di corretti stili di vita aiuta a migliorarne l’andamento, riduce le ricadute e il rischio di ricoveri.

Il Progetto Dedalo si inserisce proprio qui, per aiutare le persone a districarsi, a «uscire dal labirinto», e iniziare a vivere in salubrità. L’avvio ufficiale del progetto in Valsesia è avvenuto lo scorso giovedì 22 aprile quando i coordinatori di Dedalo, tra i quali la dott. Antonella Politi, responsabile del progetto, il prof. Fabrizio Faggiano dell’UPO, insieme ai rappresentanti dei Comuni, degli enti e delle associazioni territoriali coinvolte, si sono riuniti in una seduta online per condividere intenti e finalità dell’iniziativa.

Come anticipato dalla vice sindaco di Borgosesia Emanuela Buonanno e dalla presidente di Fondazione Valsesia Laura Cerra, intervenute nella seduta di giovedì, anche sul nostro territorio Dedalo ha l’obiettivo di fornire a tutta la popolazione un aiuto concreto per migliorare stile di vita e guadagnare salute.

E vuole farlo attraverso indicazioni basate sulle evidenze scientifiche e su quanto prescritto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal ministero della Salute, con il contributo di professionisti di ASL, Università e altri Enti qualificati, anche medici, amministratori, psicologi, ricercatori delle scienze umane, dietisti, sportivi, volontari. Le attività sono declinate in quattro percorsi: buona alimentazione, scoperta del territorio, muoversi insieme, meraviglia e stupore. Con Dedalo, infatti, non si tratta più solo di migliorare la salute tout court, ma anche intraprendere percorsi adatti a portare giovamento nello stile di vita di una persona nel senso più ampio del termine. Pertanto, sono molte le associazioni culturali che hanno scelto di collaborare con questa iniziativa, riconoscendo quanto la crescita personale sia importante, accanto al mantenimento di abitudini di vita sane.

I  partners  che già fanno parte del Progetto Dedalo Valsesia sono: Fondazione Valsesia Onlus, Palazzo dei Musei di Varallo, Sportello Frend Organizzazione no profit, Studio Pilates Borgosesia, Incontra la danza, A365 a.s.d. Attività per il tuo benessere, Associazione Villa Rolandi ODV, Museo di Archeologia e Paleontologia Carlo Conti, Centro Studi Giovanni Turcotti, Società Valsesiana di Cultura, Associazione Cantores Mundi Coro Polifonico, Soroptimist Valsesia, Triacamusicale, Lilt, Gaudete Festival Internazionale di Musica Antica, Orchestra di Fiati Corpo Musicale città di Borgosesia, Unitre Borgosesia, Sesia Valgrande Geopark, Cai Varallo, Novacoop Borgosesia, Rifugio Gilodi Ca Meja, Croce Rossa Italiana Borgosesia, Parrocchia Santi Pietro e Paolo di Borgosesia.

© 2021 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli n. 14/2000
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.2 - Borgosesia (VC)