Seguici su

Attualità

I futuri papà tornano in sala parto

Pubblicato

il

L’appello lanciato nei giorni scorsi da Morena Zecchillo, giovane vercellese che sarà mamma a fine settembre, è stato accolto dall’Asl, che ha quindi rivisto i protocolli di sicurezza per consentire ai futuri papà di accedere alla sala parto delle Ostetricie di Vercelli e Borgosesia. La necessità era stata più volte segnalata anche dal consigliere regionale Alessandro Stecco, sempre attento alla situazione sanitaria dell’Azienda.
«L’accesso alla sala parto» ha spiegato il neo direttore sanitario Asl Gianfranco Zulian «è consentito al futuro padre alla diagnosi di travaglio attivo e quindi nel momento in cui la gestante viene trasferita in sala parto in modo da permetterne la presenza al momento della nascita e per tutto il periodo di osservazione del post partum. Al termine di questa fase, la puerpera con il suo bimbo rientrerà in reparto accompagnata solo dal personale sanitario addetto».

© 2022 Corriere Valsesiano - Iscrizione al Registro giornali del Tribunale di Vercelli nr. 14 del 20/11/1948
ROC: n. 25883 - ISSN 2724-6434 - P.IVA: 02598370027
Direttore Responsabile: Luisa Lana - Editore: Valsesiano Editrice S.r.l. - Redazione: via A. Giordano, n.22 - Borgosesia (VC)